Benefici Aglio Crudo - PALESTRA PERFORMANCE FITNESS CENTER

Vai ai contenuti

Menu principale:

RUBRICHE
 

aglio

Perché fa bene mangiare aglio crudo e alcuni trucchi per salvaguardare l’alito

L’aglio è un ottimo alimento, ricco di proprietà benefiche. Soprattutto se mangiato crudo. Non molto tempo fa, infatti, una ricerca condotta in Cina, dagli studiosi dello Iangsu Provincial Centre for Disease Control, ha confermato che mangiare aglio crudo per due volte la settimana contribuisce a ridurre del 40% il rischio di cancro ai polmoni. Non male!

Non male soprattutto se si considera che l’aglio crudo è uno dei rimedi naturali più gettonati ed efficaci contro i malanni invernali, come raffreddore e influenza. È inoltre un rimedio economico, semplice da avere a portata di mano e addirittura da coltivare in vaso, come abbiamo già avuto modo di spiegare in un nostro precedente articolo.

L’origine dell’utilizzo dell’aglio come base per la medicina alternativa, sembra che sia da ricondurre all’India e all’Antico Egitto.

Questo alimento, alla base di molti dei nostri piatti più conosciuti, funge anche da antibiotico naturale. Le sue proprietà più importanti dipendono da un’essenza presente nel bulbo, il cui principio attivo prende il nome di allicina e che possiede un forte potere antisettico. Sembra inoltre che sia capace anche di ridurre il colesterolo presente nel nostro organismo.

aglio crudo

In genere è utilizzato per una grande varietà di disturbi: pressione alta, reumatismi, diarrea, crampi allo stomaco causati da parassiti, e ancora raffreddore e influenza, esaurimento fisico e malattie nervose. Non solo: attiva la circolazione, aiutando il corretto funzionamento del cuore ed è una buona protezione per fegato e cistifellea, mantenendoli sani e forti.

Il consumo di aglio a digiuno sembra sia indicato per disintossicare il corpo e, come abbiamo già avuto modo di accennare, anche per prevenire alcuni tipi di cancro. In genere è preferibile consumare l’aglio crudo, per evitare che la sua cottura faccia perdere alcune delle sue proprietà più potenti.

Un consiglio potrebbe essere quello di tritare due cucchiai di aglio ogni mattina e preparare una bevanda disintossicante, da consumare almeno mezz’ora prima di fare colazione, a stomaco vuoto.

Esistono dei piccoli rimedi che ci possono aiutare a eliminare il cattivo odore che deriva dal consumare aglio crudo. Vediamone alcuni: questi rimedi potrebbero consentirci di godere delle proprietà dell’aglio, senza mettere a rischio i nostri cari!

Uno dei rimedi più semplici e immediati per liberare l’alito dall’odore terribile di aglio è la mela. Mangiare una mela cruda, infatti, elimina dalla nostra bocca tutti quei componenti che conferiscono l’odore caratteristico.


Se tritato, potete assumerlo mescolandolo con un cucchiaino di sciroppo d’acero o di agave, o anche di miele. Questo aiuta a camuffare anche il sapore sgradevole. Assunto in questo modo, aiuta in caso di raffreddore e mal di gola.

Anche l’olio extravergine d’oliva può aiutare a camuffare l’odore di aglio: tritate l’aglio, lasciatelo riposare per 15 minuti e aggiungete un filo di olio extravergine.

Anche il succo di limone o masticare subito una foglia di menta fresca può aiutarvi a combattere l’odore dell’aglio. In ogni caso, in erboristeria sono disponibili anche estratti e capsule, anche se la cosa migliore sarebbe mangiarlo crudo.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu